Tour della Cina con Scoperta del Tibet e Visita ai Panda Giganti

15 Giorni Shanghai/Chengdu/Lhasa/Xi'an/Pechino

Questo viaggio in Cina con visita al Tibet e ai Panda Giganti di 15 giorni è stato pensato per darvi la migliore e più completa esperienza in Cina. La vostra prima tappa dell’itinerario Cina in Tibet e a Chengdu di 2 settimane sarà Shanghai. Questa grande metropoli vi darà l'impressione di essere la città della Cina più attenta alla moda e all’occididente, mostrando a voi un lato totalmente diverso del Paese. Tratterrete il respiro quando vi arrampicherete sulla Grande Muraglia o visiterete l’Esercito di Terracotta per conoscere la difesa e la cultura funeraria della Cina imperiale. Stabilirete un contatto ravvicinato con il prezioso e simpatico panda gigante. Metterete piede sulla terra sacra del Tibet, dove visiterete il grandioso palazzo e il tempio sacro di Lhasa. Questo tour a Shanghai, Chengdu, Lhasa, Xi’an e Pechino vi permetterà di trarre il meglio dalla vostra visita panoramica della Cina!

Price Rrom $ 3276 Fai Richiesta
Punti Vendita
  • Itinerario di Giorno in Giorno

  • Mappa Tour

  • Albergo

  • Quotazione

Chiudi Tutto
Itinerario di Giorno in Giorno
Giorno 1 Arrivo a Shanghai
Arrivo a Shanghai e trasferimento all'albergo.

All'atterraggio all'Aeroporto Internazionale di Shanghai, dovrete ritirare i bagagli e passare la dogana. La nostra esperta guida turistica vi aspetterà fuori dall'area doganale, con un cartello identificativo. Dopo un caloroso saluto, sarete trasferiti all'hotel appositamente selezionato per voi in auto privata. Una volta arrivati, la nostra guida vi aiuterà con le procedure di check-in.

Il resto della giornata sarà a vostra disposizione. Se avrete ancora delle energie di riserva, potrete esplorare la città in autonomia.

Giorno 2 Shanghai
Il Museo di Shanghai, il Giardino del Mandarino Yu, il Tempio del Buddha di Giada ed il Bund.

Le vostre visite a Shanghai inizieranno dal Museo di Shanghai (chiuso ogni lunedì). Quasi un milione di pezzi di cimeli storici di diverse dinastie sono conservati qui. Gli squisiti oggetti in bronzo, le opere di calligrafia antica e i dipinti sono i tesori speciali del museo. Qui potrete conoscere lo sviluppo dei sigilli nella storia cinese. Sono esposte anche monete antiche di ogni tipo, sia cinesi che provenienti dall'estero. Bronzetti squisiti, porcellane e calligrafie possono certamente deliziare i vostri occhi.

Successivamente, andrete a visitare il Giardino del Mandarino Yu (chiuso ogni lunedì). Il tranquillo Giardino del Mandarino Yu vi garantirà una breve fuga dalla vivace città. Questo giardino (chiamato anche il Giardino Yuyuan) è un ampio giardino cinese nel centro di Shanghai. Fu costruito a metà del 1500 da Pan Yunduan, governatore del Sichuan. Il giardino rimase alla famiglia per diverse generazioni prima di passare sotto la proprietà del pubblico locale. Camminando per il giardino, vi troverete di fronte al Muro del Drago, un alto muro che circonda la maggior parte del giardino, schermandolo dalla moderna città all'esterno. La parte superiore del muro ha la forma di un drago e si può tracciare il muro dalla testa alla coda.

Nel pomeriggio, è prevista una visita al Tempio del Buddha di Giada. Nella parte occidentale di Shanghai si trova un tempio che ospita due statue del Buddha di giada, il tempio più famoso di Shanghai, costruito nel 1928, al posto di un vecchio tempio distrutto durante la rivoluzione che rovesciò la Dinastia Qing. Una delle statue, di 1.9 mt, è stata scolpita da un unico pezzo di giada bianca e incastonata con pietre preziose (smeraldo e agata). Rappresenta il Buddha durante la meditazione e l'illuminazione. L'altra statua è scolpita in posizione allungata. Lunga 96 centimetri, simboleggia la postura del riposo fortunato. Il tempio è organizzato intorno a diverse stanze, in uno stile antico e classico con un'atmosfera tranquilla. Il modello architettonico di questo tempio è unico per una città moderna come Shanghai.

Il Bund sarà l’ultima tappa di oggi. Camminando sul famoso Bund, potrete respirare l’aria fresca dal Fiume Huangpu. Allo stesso tempo, potrete apprezzare la splendida vista notturna che offre questo luogo, con le luci al neon colorate che brillano e si riflettono nell’acqua. Su un lato del fiume, gli edifici in stile gotico, barocco e rinascimentale raccontano la loro storia di oltre 100 anni. Dall'altra parte, la Torre della Perla Orientale, insieme ad altri grattacieli, mostra la moderna vitalità di questa città.

Giardino del Mandarino Yu
Giardino del Mandarino Yu
Bund
Bund
Colazione
Pranzo
Giorno 3 Shanghai
Il Villaggio sull’Acqua di Zhujiajiao e l’Ex Concessione Francese.

Oggi vi recherete, insieme alla guida professionale in auto privata, nella periferia di Shanghai per visitare il Villaggio sull’Acqua di Zhujiajiao, che dista 1 ora (45 km) dal centro di Shanghai. Considerato come la Venezia di Shanghai, con le sue case costruite lungo i fiumi e i laghi, è diventato una mecca che attira un gran numero di turisti sia dalla Cina che da tutto il mondo. Essendo uno dei quattro antichi villaggi storici e culturali di Shanghai, il Villaggio sull’Acqua di Zhujiajiao è il retaggio di 1700 anni di storia e tradizioni, abitazioni ben conservate in stile Dinastia Ming e Qing, strade antiche, fiumi tortuosi e laghi ombreggiati, che lo rendendono un luogo ideale per fuggire dalla vita frenetica della città e godere di momenti di pace e tranquillità. Un’importante caratteristica di questo rinomato villaggio antico sono le sue strade antiche. Il Villaggio sull’Acqua di Zhujiajiao è attraversato da una moltitudine di strade in stile Dinastia Ming e Qing, tra le quali la via Nord è quella meglio conservata e più rappresentativa. Questa strada è lunga circa un chilometro ed è piena di edifici antichi caratteristici della Dinastia Ming e Qing. A parte la sua importanza storica, passeggiare lungo la via stessa è un grande divertimento. Ci si può anche semplicemente sedere in uno dei bar locali, sorseggiare una tazza di caffè e godersi le scene quotidiane che si schiudono qui.

Sulla via del ritorno all’albergo, farete una sosta all’Ex Concessione Francese, nota per le sue strade alberate e l'interessante mix di stili architettonici cinesi e occidentali. La storia dell’Ex Concessione Francese risale al 1849. Fu costruita dopo che la Cina perse le guerre dell'oppio. All'epoca, Shanghai concesse la terra al governo francese come parte di uno scalo internazionale. È interessante notare che i francesi, non più di 2.000, erano in gran numero rispetto ai russi, inglesi e americani che vivevano nella zona. C'era anche un certo numero di professionisti cinesi che emigrarono nella Concessione Francese. La zona raggiunse l'apice del glamour negli anni '30. Oggi nell’Ex Concessione Francese, gli alberi proiettano le loro ombre sugli shikumen tradizionali, molti dei quali sono stati trasformati in boutique e ristoranti caratteristici. Gli shikumen si trovano solo a Shanghai. Il nome significa letteralmente “cancello di pietra” e si riferisce alle spesse cornici di pietra delle porte. Queste case combinano in modo unico l'architettura europea e cinese. Quando si entra nell’Ex Concessione Francese, si entra in epoche passate caratterizzate da eleganza, stile e glamour.

Villaggio sull’Acqua di Zhujiajiao
Villaggio sull’Acqua di Zhujiajiao
Ex Concessione Francese
Ex Concessione Francese
Colazione
Pranzo
Giorno 4 ShanghaiChengdu
Visita alla Torre della Perla Orientale e partenza con il volo da Shanghai per Chengdu.

Dopo la prima colazione in albergo, incontrerete la guida turistica e l’autista che vi accompagneranno a visitare la Torre della Perla Orientale. Costruita nel 1994, la Torre della Perla Orientale sporge dal centro finanziario all’avanguardia della Cina come un faro del futuro. La torre bulbosa prende il nome dalle undici sfere che adornano i suoi montanti e il suo tronco. Visitare la Torre della Perla Orientale è un buon modo per ammirare il paesaggio del Fiume Huangpu. Questo punto di riferimento ha un corridoio trasparente alto 259 mt e una capsula spaziale alta 351 mt. Entrambi permettono ai turisti di godere di una chiara vista e spettacolare sul Fiume Huangpu e sul Bund.

Nel pomeriggio, sarete trasferiti all’Aeroporto di Shanghai, dove prenderete il volo verso Chengdu, volo stimato HU7407 16:30/19:50. Al vostro arrivo a Chengdu, sarete accompagnati all’albergo scelto per voi nel centro città.  

Torre della Perla Orientale
Torre della Perla Orientale
Quartiere di Lujiazui
Quartiere di Lujiazui
Colazione
Giorno 5 Chengdu
La Base di Ricerca di Dujiangyan per l’Allevamento del Panda Gigante, il Parco del Popolo di Chengdu ed il Vicolo Largo e Stretto.

Oggi, la prima mezza giornata sarà dedicata alla visita della Base di Ricerca di Dujiangyan per l’Allevamento del Panda Gigante che dista circa 1.5 ore (66 km) dal centro della città. Concentrandosi principalmente sulla ricerca, comprese le tecniche di allevamento e l’assimilazione in natura, questa zona più isolata della riserva si trova ai piedi dell'altopiano tibetano. Essendo una delle porte d'accesso al Parco Nazionale del Panda Gigante, i ricercatori qui si concentrano sull’addestramento pre-rilascio dei panda, per acclimatare i giovani esemplari nati in cattività prima del rilascio finale in natura. La Base di Ricerca di Dujiangyan per l’Allevamento del Panda Gigante offre un'abbondante fornitura di bambù come alimento principale per questo animale. I turisti possono seguire le attività dei simpatici animali con macchine fotografiche, dispositivi elettronici e altri mezzi. Questo perfetto zoo ecologico è stato progettato nello stile del Sichuan occidentale secondo lo standard di costruzione verde a tre stelle ed è composto da 6 aree: l'area di salvataggio e quarantena dei panda, l'area di ricerca per il controllo e la prevenzione delle malattie dei panda, l'area di formazione per la riabilitazione dei panda, l'area di accoglienza e istruzione del pubblico, l'area della vegetazione naturale e l'area degli uffici. Tra queste, tre aree, ovver l'area di formazione per la riabilitazione, l'area di accoglienza ed educazione del pubblico e l'area di vegetazione naturale, sono aperte al pubblico.

Dopo la visita ai panda giganti, ritornerete al centro di Chengdu. Al vostro arrivo, visiterete il Parco del Popolo di Chengdu. Come nei parchi di tante altre città cinesi, gli abitanti locali qui fanno esercizi mattutini e praticano il Tai Chi. Ciò che rende unico questo parco di Chengdu sono le case da tè e i saloni di mahjong. La gente di Chengdu si diverte a stare insieme, a bere tè, a chiacchierare e a giocare a mahjong. Organizzeremo per voi una sosta alla casa da tè, dove potrete sperimentare l’autentica vita quotidiana della gente di Chengdu.

In seguito, sarete trasferiti a visitare il Vicolo Largo e Stretto, in realtà formato da tre vicoli chiamati Vicolo Largo, Vicolo Stretto e Vicolo Jing. Il Vicolo Largo mette in mostra la vita di svago e rappresenta le forme tipiche della cultura popolare di Chengdu. Qui, si possono trovare case da tè tradizionali, bar, ristoranti in stile Sichuan e molti cibi da provare. Il Vicolo Stretto è più stretto del Vicolo Largo, è infatti largo circa 5 metri. L’architettura degli edifici qui è un misto di caratteristiche occidentali e cinesi. Si può vedere la "Statua di aggancio dei cavalli" che si trova nel Vicolo Stretto. Il Vicolo Jing è meno famoso dei vicoli Largo e Stretto. Gli edifici qui sono più logori perché i residenti nei tempi antichi erano servi. Qui si può trovare un muro lungo 500 metri che mostra immagini di vita popolare.

Base di Ricerca di Dujiangyan per l’Allevamento del Panda
Vicolo Largo e StrettoVicolo Largo e Stretto
Colazione
Pranzo
Giorno 6 ChengduLhasa
Partenza con il volo domestico da Chengdu per Lhasa.

Dopo la prima colazione occidentale in hotel, prenderete un volo per Lhasa, volo stimato 8L9675 08:35/10:55. Ricordatevi di portare con voi il permesso per il Tibet. Una volta arrivati a Lhasa, incontrerete la guida locale e l’autista che vi accompagneranno al vostro albergo nel centro di Lhasa. 

Colazione
Giorno 7 Lhasa
Il Palazzo del Potala, il Tempio di Jokhang e la Strada di Barkhor.

Questa mattina, visiterete l’enorme Palazzo del Potala. Il grande e imponente Palazzo del Potala, che domina il paesaggio urbano dalla Collina Rossa, è un complesso del XVII secolo. Composto dai palazzi Bianco e Rosso, era la residenza invernale del Dalai Lama, la principale autorità religiosa tibetana. Il complesso, simile a una fortezza, si trova a 3.700 metri sul livello del mare, il che lo rende il palazzo più alto del mondo. Per rispetto al complesso sacro, nessuna struttura a Lhasa può essere più alta del Palazzo del Potala. Una lunga rampa di scale conduce al Palazzo Bianco, dove si trovava la residenza del Dalai Lama e il governo tibetano. Il Palazzo Rosso era una volta un punto religioso fondamentale della Terra delle Nevi, dedicato alle preghiere e agli studi buddisti. All’interno del Palazzo del Potala, si possono ammirare varie opere d’arte, ornamenti elaborati e viste di Lhasa. Particolarmente degni di nota sono gli affreschi che illustrano la vita del quinto Dalai Lama, che commissionò il palazzo come lo conosciamo oggi. Renderete poi omaggio ai resti dell’illustre leader spirituale in uno stupa ricoperto di pietre e metalli preziosi, affiancato dai mausolei dei Dalai Lama successivi.

Nel pomeriggio, visiterete il Tempio di Jokhang. Il Tempio di Jokhang è un complesso di quattro piani in legno con una parte superiore dorata. Ha adottato gli stili architettonici della dinastia Tang, oltre a quelli del Tibet e del Nepal. In piedi nella sua piazza, si può vedere l'intero complesso. Sulla piazza ci sono due stele, una che registra un'alleanza tra il re del Tibet e l'imperatore dei Tang, l'altra che rappresenta l'insegnamento della popolazione locale per prevenire e curare il vaiolo, una malattia un tempo incurabile in quella regione.

Successivamente, farete una passeggiata sulla Strada di Barkhor. Con una speciale strada circolare e una piazza pubblica, la Strada di Barkhor si trova intorno al Tempio di Jokhang nel vecchio quartiere della città di Lhasa, caratterizzato da un modello di vita cittadina pura e uno stile architettonico unico. Non è solo un sentiero sacro percorrendo il quale i pellegrini adorano e praticano la kora, ma ha anche la reputazione di essere un paradiso in cui vengono serviti delicati cibi e prodotti tibetani. Ogni giorno, frotte di commercianti e venditori ambulanti giungono in questa via e per allestire le loro bancarelle e vendere squisiti prodotti fatti a mano, e un gran numero di negozi con caratteristiche tibetane aprono per fare affari. Gradualmente, la Strada di Barkhor è stata ampiamente accettata come il più vivace Bazar di Barkhor, di Lhasa e perfino del Tibet.

Palazzo del Potala
Palazzo del Potala
Tempio Jokhang
Tempio Jokhang
Colazione
Pranzo
Giorno 8 Lhasa
Il Parco di Norbulingka, il Monstero di Drepung ed il Monastero di Sera.

Le visite di oggi comprendono il Parco di Norbulingka, il Monstero di Drepung ed il Monastero di Sera.

Il Parco di Norbulingka è il più bello e il più grande parco artificiale del Tibet. Si tratta di un grande parco composto da palazzi e giardini. Il luogo in cui si trova il Parco di Norbulingka era una volta una terra desolata con animali selvatici ed erbacce. Quando il settimo Dalai Lama studiava i sutra buddisti nel Monastero di Drepung nel 1740, vi passava spesso il suo tempo. Per questo motivo, il funzionario imperiale della Dinastia Qing in Tibet all’epoca ordinò di costruire lì un "palazzo padiglione" per il settimo Dalai Lama. Nel 1751 il settimo Dala Lama aggiunse un palazzo di 3 piani che porta il suo nome ad est del palazzo, dotato di Sala Buddha, Sala di lettura, Tempio di Dio, Sala di Riunione, Camera da Letto, ecc. Dopo il completamento del progetto nel 1755, questo palazzo appena costruito fu ratificato dall’imperatore della Dinastia Qing per essere un luogo ufficiale dove i Dalai Lama si occupavano degli affari quotidiani e ricevevano i funzionari. Da allora, divenne una tradizione che i Dalai Lama studiassero nel palazzo prima della loro adesione. Durante il mandato dell’Ottavo Dalai Lama, il palazzo subì altri cambiamenti: la piscina fu trasformata in un lago, sul quale sorsero il Tempio del Re Drago, il Palazzo del Cuore del Lago e il padiglione in stile Han. Nel 1922 e nel 1954, due progetti di espansione furono intrapresi rispettivamente dal Tredicesimo e dal Quattordicesimo Dalai Lama, che finalizzarono la disposizione di Norbulingka in generale.

Andrete poi a visitare il Monastero di Drepung, che ospita molte reliquie culturali, che lo adornano e lo rendono davvero superbo. Le statue di Manjushri Bodhisattva, e Sitatapatra situate al primo piano della Sala di Coqen, i rari sutra al secondo piano e la conchiglia di Jamyang Qoigyi data da Tsong Khapa al terzo, non fanno altro che aggiungere meraviglia a questo luogo. Le squisite statue di Tsong Khapa, Kwan-yin Bodhisattva, Manjushri Bodhisattva, Amitayus e Jamyang Qoigyi in altre sale di sutra, così come i murales fioriti sulle pareti presentano pienamente la saggezza del popolo tibetano.

In seguito, parteciperete ad un imperdibile dibattito sulle dottrine buddiste all’interno del famoso Monastero di Sera. Oltre al vivace e interessante dibattito, potreste anche dare un’occhiata alle migliaia di figure di Buddha e alle numerose e preziose opere murali cromatiche di questo caratteristico monastero. Durante il Festival di Shoton che si svolge dal 30 giugno al 6 luglio nel calendario tibetano (circa ad agosto nel calendario gregoriano) si tiene il Festival di Buddha-Unfolding. Si tratta di una fantastica occasione per adorare il Buddha, aperta sia alla gente del posto che ai turisti. L’unico luogo di sepoltura celeste di Lhasa si trova sulla collina dietro il Monastero di Sera. Tuttavia, i visitatori non possono assistere alle cerimonie di sepoltura celeste a causa delle usanze locali.

A fine giornata rientrerete in albergo.  

Monastero Drepung
Monastero Drepung
Monastero Sera
Monastero Sera
Colazione
Pranzo
Giorno 9 LhasaXi’an
Trasferimento con il volo da Lhasa a Xi'an.

Oggi la vostra camera sarà a disposizione fino alle ore 12.00. In tempo utile, sarete accompagnati all’Aeroporto di Lhasa, dove prenderete il volo verso Xi’an, volo stimato TV6007 20:40/23:30. Una volta arrivati a Xi’an, sarete accompagnati in albergo. La nostra guida locale vi assisterà con la procedura di check-in.

Dopo Pechino e Shanghai, Xi’an è la città più famosa della Cina. Ci sono molte buone ragioni per cui ha ricevuto un tale onore. I notevoli guerrieri di terracotta del III secolo a.C. sono infatti solo a un passo da questa città. La più grande Cinta Muraria del Paese la circonda. Non solo la struttura è bellissima, ma è sopravvissuta maestosamente al passare del tempo. Xi’an ha un Quartiere Musulmano unico, che ospita la moschea più grande e più bella della Cina. Le antiche Torri della Campana e del Tamburo e due imponenti pagode antiche completano l’offerta storica, artistica e culturale della città. Anche l’architettura moderna di Xi’an non ha nulla da invidiare a quella di altre megalopoli, è elegante, varia e ben distribuita.

Colazione
Giorno 10 Xi’an
L'Esercito di Terracotta, le Mura della Città di Xi’an ed il Quartiere Musulmano.

Prima colazione americana in albergo. Le visite di oggi inizieranno dall’Esercito di Terracotta. Il tragitto con l’auto privata sarà di 1 ora (42 km). Migliaia di guerrieri e di cavalli di terracotta sono stati sepolti sotto terra per oltre 2000 anni. Sono stati costruiti solo per accompagnare e proteggere l’imperatore Qin Shi Huang? La risposta è no. L’antico popolo cinese credeva che ci fosse una vita dopo la morte. Al fine di mantenere il successo, la ricchezza e un piacevole stile di vita  nell’aldilà, le persone conservavano i loro oggetti preferiti e i tesori preziosi all’interno delle loro tombe. L’Esercito di Terracotta è l’esempio più vivido dell’eccessiva attenzione data all’aldilà nell'antica Cina. Come sono stati scoperti i guerrieri di terracotta? Nel marzo del 1974, alcuni contadini iniziarono a scavare un pozzo per trovare una risorsa idrica su alcuni terreni di scarto. Hanno dapprima trovato un terreno rosso unico nel suo genere, di circa 2 metri di profondità nel sottosuolo. Il quinto giorno dopo l'inizio dei lavori, uno scavatore ha rinvenuto un guerriero di terracotta a grandezza naturale, e gli abitanti del villaggio credevano originariamente che il guerriero fosse il Dio della ceramica. Continuando gli scavi, hanno rinvenuto alcune frecce di bronzo, balestre e guerrieri spezzati.

Dopo pranzo, la nostra guida e l’autista vi riaccompagneranno a Xi’an. Una volta arrivati, visiterete le Mura della Città di Xi’an, che sono una delle fortificazioni urbane più antiche, più grandi e meglio conservate della Cina. L’imperatore Hongwu Zhu Yuanzhang iniziò a costruire il muro nel 1370 per difendere la città. Seguendo il suggerimento di un eremita, decise di costruire alte mura di difesa intorno a Xi’an prima di fondare il grande impero Ming. Costruì il suo muro sopra un secolare muro di palazzo della Dinastia Tang. Ci vollero otto anni per finire le fortificazioni. Fortunatamente, sia la Dinastia Ming che quella Qing si presero cura del muro. La struttura originale fu realizzata con terra battuta, e successivamente migliorata con strati di mattoni. Il muro è lungo 14 chilometri, alto 12 metri e largo tra i 12 e i 14 metri.

In fine, sarà prevista una sosta al famoso Quartiere Musulmano. Il Quartiere Musulmano è diventato un biglietto da visita della città di Xi'an ed è famoso per tutti i tipi di deliziosi snack speciali, come la focaccia sbriciolata nello stufato di montone, la carne al vapore e gli spaghetti freddi. Molti musulmani vivono qui da centinaia di anni. Passeggiando per il quartiere, potrete sperimentare la vita quotidiana della città e conoscere meglio la cultura musulmana.

Esercito di Terracotta
Esercito di Terracotta
Cinta Muraria della Città
Cinta Muraria della Città
Colazione
Pranzo
Giorno 11 Xi’anPechino
Partenza da Xi'an per Pechino con il treno veloce.

In mattinata dopo la prima colazione in hotel, verrete accompagnati dalla guida e dall’autista alla stazione ferroviaria, dove prenderete il treno ad alta velocità verso Pechino, treno stimato G26 09:20/13:50. Al vostro arrivo a Pechino, incontrerete la guida locale. Sarete accompagnati al vostro albergo in centro. Il resto della giornata sarà a vostra disposizione.

Colazione
Giorno 12 Pechino
Il Tempio del Cielo e la Grande Muraglia di Mutianyu.

Dopo la colazione occidentale in hotel, farete una visita privata al Tempio del Cielo. Lì, non solo avrete una bella visione degli antichi edifici sacrificali della Cina, ma vedrete anche molti abitanti del posto che praticano il Tai Chi, cantano opere di Pechino e fanno balli da sala come attività fisica mattutina. Se siete interessati, unitevi a loro e divertitevi! L’edificio principale del tempio è la Sala della Preghiera per il Buon Raccolto che veniva usata dagli imperatori delle dinastie Ming e Qing per pregare il cielo per un buon raccolto. La sala ha un’architettura rotonda con tre tetti conici in modo incorporato. Il tetto è formato da tegole smaltate blu scuro che simboleggiano il cielo blu. L’edificio è alto 38 mt e ha un diametro di 32,72 mt. La sala interna è sostenuta da 28 pilastri di legno la cui disposizione è nelle implicazioni particolari. I quattro pilastri al centro simboleggiano le quattro stagioni, i 12 pilastri che formano il cerchio interno rappresentano i 12 mesi, i 12 pilastri che formano il cerchio esterno sono considerati come le 12 ore cinesi (1 ora cinese = 2 ore), i 24 pilastri che formano i due cerchi sono i ventiquattro termini solari in Cina e altri 28 pilastri insieme simboleggiano i 28 palazzi lunari.

Più tardi, vi dirigerete verso la Grande Muraglia di Mutianyu, che dista 1 ora e 40 minuti (75 km) dal centro città. Una volta arrivati, prenderete la funivia per salire. La Grande Muraglia di Mutianyu si collega al Passo Juyongguan a ovest e alla Grande Muraglia di Gubeikou a est. La muraglia fu costruita durante la Dinastia Qi del Nord (550-557). Durante la Dinastia Ming (1368 - 1644), Tan Lun e Qi Jiguang, due famosi generali patriottici, la ricostruirono per rafforzare il suo potenziale difensivo, poiché la consideravano un blocco strategico per la difesa nazionale. Servì come blocco protettivo dell’area settentrionale, custodendo la capitale e i mausolei imperiali per generazioni. Le fortificazioni e la Grande Muraglia qui sono caratterizzate da molte torri di guardia su catene montuose sovrapposte. Il muro è stato costruito con lastre di pietra, è merlato su entrambi i lati con dei mattoni. Le trappole per cavalli all'esterno del muro offrivano una migliore protezione e respingevano gli attacchi. L’ex first lady statunitense Michelle Obama e le sue figlie hanno visitato la sezione Mutianyu della Grande Muraglia a Pechino il 23 marzo 2014.

Tempio del Cielo
Tempio del Cielo
Grande Muraglia Cinese
Grande Muraglia Cinese
Colazione
Pranzo
Giorno 13 Pechino
La Piazza Tienanmen, la Città Proibita ed il Palazzo d’Estate.

La mattinata sarà dedicata alla visita della Piazza Tienanmen e la Città Proibita (chiusa ogni lunedì). La Piazza Tienanmen è il simbolo nazionale, ed è situata nel cuore della città di Pechino. È la più grande piazza urbana del mondo, costruita durante la Dinastia Ming (1368 - 1644), e si estende per 880 metri da nord a sud e 500 metri da est a ovest. Al centro della piazza si trova il Monumento agli Eroi del Popolo.

In seguito, camminerete verso l’estremità nord della piazza per raggiungere la Città Proibita. Coprendo un’area di 720.000 metri quadrati, la Città Proibita è la più grande collezione di antiche strutture in legno del mondo, con più di 70 palazzi e 9000 abitazioni. Avendo servito come palazzo reale per più di 500 anni durante le dinastie Ming e Qing (1368 - 1911), ha grandi valori storici e culturali. Trascorrerete da 2 a 3 ore qui per l’esplorarla tutta. La vostra guida turistica vi fornirà spiegazioni interessanti e complete.

Il pomeriggio sarà dedicato alla visita del Palazzo d’Estate, con una storia di più di 300 anni. In cima alla lista dei migliori giardini classici cinesi, questo giardino imperiale ben conservato è costituito principalmente dalla Collina della Longevità, ricca di edifici maestosi e graziosi, e dal Lago di Kunming, che offre uno splendido scenario naturale. Entrambi sono costruiti in armonia con l'ambiente circostante. Il Palazzo, una volta famoso come "Museo del Giardino Imperiale della Cina", è ben conservato e combina il paesaggio naturale con il delicato design del giardinaggio. Gli edifici classici e l'elegante scenario del giardino vi regaleranno sicuramente un delle immagini indimenticabili.

Città Proibita
Città Proibita
Palazzo d'Estate
Palazzo d’Estate
Colazione
Pranzo
Giorno 14 Pechino
La Strada di Qianmen, il Tempio del Lama ed il Tempio di Confucio.

Dopo la prima colazione in albergo, visiterete la Strada di Qianmen, situata nel cuore della città. La Strada di Qianmen, che risale a oltre 600 anni fa, è una famosa strada commerciale di Pechino, fiancheggiata da negozi storici. Si trova lungo l’asse centrale della città, che si estende per circa 900 metri dalla Torre Freccia di Zhengyangmen alla Via Tiantan. Una passeggiata di piacere lungo questa strada pedonale può essere un buon modo per sperimentarne la prosperità. Anche prendere l’autobus vecchio stile che percorre la strada può offrire un’esperienza interessante (a pagamento).

In tarda mattinata, andrete a visitare il Tempio del Lama. Il palazzo fu costruito nel 1694 dall’imperatore Kangxi della dinastia Qing, come residenza per suo figlio, il principe Yin Zhen. Quando questo succedette al trono nel 1723, il nuovo imperatore si trasferì nella Città Proibita, prese il nome di Yong Zheng e ribattezzò la sua vecchia residenza Palazzo dell’Armonia. Sostituì anche le piastrelle di ceramica verde con il giallo, il colore imperiale. Nel 1744, il suo successore, l’imperatore Qianlong, convertì il palazzo in monastero e lo offrì ai monaci tibetani. Nel 1949 il Tempio dei Lama fu dichiarato monumento nazionale per la sua importanza storica.

Successivamente, camminerete cinque minuti a piedi fino al Tempio di Confucio. Essendo uno dei quattro grandi templi di Confucio in Cina, è stato il luogo di culto del grande pensatore antico, Confucio, nelle dinastie Yuan, Ming e Qing. Sebbene sia stato restaurato in diverse dinastie, la struttura principale ha mantenuto lo stile architettonico della Dinastia Yuan. Le architetture principali sull’asse centrale sono Porta Xianshi (Porta del Primo Maestro), Porta Dacheng (Porta della Grande Realizzazione), Sala Dacheng (Sala della Grande Realizzazione) e Chongshengci (Sala del Culto).

Tempio del Lama
Tempio del Lama
Tempio di Confucio
Tempio di Confucio
Colazione
Pranzo
Giorno 15 PechinoItalia
Ritorno in Italia con il volo.

In tempo utile, la vostra guida privata verrà a prendervi in hotel e vi accompagnerà all’aeroporto. Il vostro pacchetto turistico di 15 giorni in Cina termina qui. Speriamo che possiate portare con voi dei bei ricordi di questa vacanza e vi auguriamo un buon viaggio! 

Colazione
Fine dei Servizi
Mappa Tour

pechino-xian-dunhuang-turpan-urumqi-shanghai-11-notti-12-giorni

Albergo
Città Elenco Hotel a 5 Stelle Elenco Hotel a 4 Stelle
Shanghai Hua Ting Hotel And Towers Ambassador Hotel
Chengdu Minyoun Chengdu Dongda Hotel Holiday Inn Express Chengdu Jinniu
Lhasa Shangri-La Hotel, Lhasa Thangka hotel
Xi'an Tianyu Gloria Grand Hotel Xi'an Titan Jincheng Art Hotel
Pechino Sunworld Dynasty Hotel Beijing Wangfujing Jianguo Qianmen Hotel
Quotazione
Il prezzo del tour è basato su per persona e in USD

Note:

coolPer il tuo bambino o neonato, contattaci per un prezzo scontato.

Modulo Richiesta

 
 
Articoli con * sono obbligatori

Inclusione nei prezzi:

Esclusione dai prezzi:

Personalizza il Tuo Tour
Qualsiasi sezione del pacchetto turistico può essere fatta su misura dal nostro consulente professionale e amichevole.
Personalizza Ora
Domande & Risposte
0 Domanda
Domanda vuota
Altre domande e risposte
Fai una domanda

Articoli con * sono obbligatori

Prezzo da
3276 USD
QUICK ENQUIRY
Hai domande?
Articoli con * sono obbligatori
Facebook
Twitter
Pinterest
Mail
Richiesta
Condividi
Viaggio in Cina, la migliore guida e consigli di un esperto di viaggi