Monti Yulong

 

Informazioni generali dei Monti Yulong

Nome cinese: 玉龙雪山  (Pronuncia cinese: Yùlóng Xuěshān)

Tempo di vista:1-2 giorni

Trasporto: autobus 7, taxi

Prezzo biglietto: per ingresso: 100 yuan, per la funivia: 120 yuan

Orari: 08:00- 17:00(non è possibile accedere dopo le ore 16:00)

Indirizzo: Yulong Naxi Autonomous County, Lijiang

 

Introduzione dei Monti Yulong

Monti Yulong
Monti Yulong

Lo Yulong Xueshan è una catena montuosa situata nella Contea Autonoma Naxi di Yulong, nell’area nord-occidentale dello Yunnan. Anche conosciuto con il nome inglese Jade Dragon Snow Mountain o con il nome Naxi “Satseto”, il punto più alto è Shanzidou (扇子陡), che si eleva a 5596 metri dal livello del mare. Diversi sono i villaggi e le piccole città che circondano Yulong Xueshan, come il villaggio di Baisha a sud, Longpan a ovest, Daju a nord-est e il villaggio di Yushui a i piedi della montagna a est.

I Monti Yulong fanno parte a loro volta di un gruppo montuoso ancora più grande, i Monti Hengduan, un’enorme regione montuosa che occupa la maggior parte dell’area occidentale dello Sichuan, nonché la parte nord-occidentale della provincia dello Yunnan così come la parte orientale della Regione Autonoma del Tibet.

 

Attrazioni dei Monti Yulong

 Gola del Salto della Tigre

[Prezzo biglietto: 4,50€]

[Orari: 08.00-17.00]

[Tempo di visita: 2-3 ore]

[Indirizzo: Shiguzhen, Yulong Naxi Autonomous County, Lijiang, Yunnan]

Gola del Salto della Tigre
Gola del Salto della Tigre

Nel fianco nord-occidentale di questa catena montuosa sorge la Gola del Salto della Tigre, una destinazione turistica molto gettonata.

La Gola del Salto della Tigre (in cinese 虎跳峽 Hǔtiào Xiá) è una gola di 15 chilometri situata nei pressi dell’affluente Jinsha (del fiume Yangtze). Anche conosciuta in inglese come “Tiger Leaping Gorge”, essa si trova a 60 chilometri (37 miglia) a nord dalla città di Lijiang, nello Yunnan nord-occidentale (Cina sud-occidentale). Con i suoi 3800 metri che separano in altezza il fiume dalla vetta della montagna, la Gola del Salto della Tigre è uno dei canyon più spettacolari al mondo.

Secondo la leggenda, il nome di questa gola deriva da una tigre che riuscì a saltare da una sponda all’altra dello Yangtze nel suo punto più stretto (25 metri) con il solo ausilio di una roccia al centro del fiume, la cosiddetta “Tiger Leaping Stone”.


Questo spettacolo della natura si trova esattamente tra il Monte Yulong e il Monte Haba, formando un confine naturale che separa la Contea Autonoma Naxi di Yulong (sponde destra) e la Contea di Shangri-La (sponda sinistra), territorio amministrato dalla Prefettura Autonoma Tibetana di Diqing.


Paesaggio della Gola del Salto della Tigre
Gola del Salto della Tigre

La Gola del Salto della Tigre non è navigabile. Nei primi anni 80’, quattro viaggiatori appassionati di rafting si avventurarono nella gola senza però uscirne vivi. La prima volta che qualcuno sia riuscito in questa impresa risale al 1986, quando il team sino-americano guidato da Ken e Jan Warren percorse 1770 chilometri del fiume Yangzte, dalla sorgente in Tibet fino a Batang (provincia dello Sichuan occidentale).

Già negli anni 80’, la Gola del Salto della Tigre divenne la destinazione preferita dei backpacker più avventurosi provenienti dall’estero. Tuttavia essa fu aperta ufficialmente ai turisti stranieri solo nel 1993.

Il sentiero che porta alla gola è ben conservato. Alcuni tratti sono difficili da oltrepassare, specialmente in caso di forti piogge. Arrivare fin qui vuol dire imbattersi in meravigliosi micro-ecosistemi e piccole pensioni dove fare una sosta (pensata specialmente per gli amanti del trekking).


Nell’estate del 2010, il governo cinese chiuse la riserva naturale al pubblico per costruire un nuovo sentiero che collegasse la gola al fiume sottostante. Di conseguenza, non c’era nessun addetto che controllasse gli ingressi. Tuttavia i flussi di turisti provenienti da tutto il mondo e i trasporti pubblici verso quest’area non si fermarono, così che la gente autoctona cominciò a far pagare un prezzo, seppur più basso, di 10 RMB (1,20€) per ogni visitatore.

Come arrivare alla Gola del Salto della Tigre:

  • in pullman, partendo da Lijiang Transport Service Center Bus Station (diretto). Ci sono autobus che partono ogni mattina alle 08.00 e alle 08.30. Il viaggio dura 1 ora e mezza - 2 ore.
  • La Gola del Salto della Tigre si trova esattamente tra Lijiang e Shangri-La. Come alternativa più economica al pullman, puoi prendere l’autobus di linea (intercity bus) e chiedere all’autista di lasciarti alla fermata più vicina alla gola.
  • In auto. Puoi comodamente noleggiare un’ automobile a Lijiang (solo se sei in possesso di una patente internazionale) a 40-50€/giorno.

 

 Yunshanping

[Tempo di visita: 1-3 ore]

[Prezzo biglietto: gratuito, prezzo biglietto funivia: 2,50€ per tratta]

[Orari: 07:00 - 18:00, aperto tutto l’anno dal lunedì alla domenica]

[Indirizzo: Yulong Naxi Autonomous County, Lijiang, Yunnan]

Yunshanping
Yunshanping

Proprio nelle viscere dei Monti Yulong sorge Yunshanping (云杉坪) un altopiano dove il verde, la pace e la tranquillità regnano indiscusse. Anche conosciuta come “Spruce Meadow” (traduzione in inglese di “Yunshanping”, traducibile in italiano con “L’Altopiano degli Abeti”), questa località offre immense distese di boschi e radure attorniate dalle cime innevate degli imponenti Monti Yulong.

Una volta arrivati a Yunshanping, un percorso molto apprezzato dai turisti consiste nel prendere la funivia, raggiungere il viewpoint e proseguire a piedi sul sentiero boscoso in cui vi imbatterete anche in una accogliente tenuta di montagna nascosta tra gli abeti. La fatica dell’escursione vi verrà gentilmente ripagata, alla fine del sentiero, dal panorama mozzafiato dei Monti Yulong.

 

Yunshanping
Yunshanping

È fortemente consigliato avere con sé una felpa o una giacca antivento poiché la temperatura può variare significativamente. Basti pensare che l’altopiano di Yunshanping si trova a 3356 metri dal livello del mare mentre il viewpoint (l’ultima fermata della funivia) si trova invece a ben 4506 metri. Non a caso stiamo parlando della funivia più alta del mondo.Yunshanping è un luogo puro e illibato in cui il tempo sembra essersi fermato per sempre, dove i colori accesi dell’erba in primavera, l’arancione infiammato delle foglie in autunno e il bianco candido della neve in inverno rendono questa località magica “turisticamente idonea” in tutte le stagioni dell’anno, mentre la fauna e la flora sono le vere padrone del posto.Yunshanping viene chiamato affettuosamente dai Naxi “il posto dove si muore in nome dell’amore” (“Wuluyoucuige” in lingua Naxi).

Come arrivare a Yunshanping:

  • Autobus. Raggiungi il Parcheggio di Yuhe, situato nei pressi della Porta Nord del centro storico di Lijiang. Puoi acquistare il tuo biglietto (5€ andata e ritorno) al Tourist Service Centre (Lanhua Street, di fronte all’Hotel Tianyu). L’autobus parte dal Parcheggio di Yuhe alle 08.30 e alle 16.30 dal Monte Yulong.
  • Taxi. Il prezzo per andata e ritorno non dovrebbe superare i 25€.

 

 Villaggio Yuhu

[Orari: 08.00 – 17.00]

[Tempo di visita: 2 ore]

[Indirizzo: Yulong Naxi Autonomous County, Lijiang]

[Prezzo biglietto: per l’ingresso al Villaggio Yuhu: gratuito, per l’ingresso alla residenza di Joseph Rock: 3,20€]

A soli 15km a sud dai Monti Yulong, un’attrazione molto apprezzata dai turisti - sia cinesi che stranieri - è il Villaggio Yuhu (in cinese 玉湖村, Yuhu Cun), anche conosciuto come il “Villaggio di Xuehao”, un piccolo borgo popolato interamente da gente di etnia Naxi, uno dei 56 gruppi etnici (di minoranza) della Cina.


Villaggio Yuhu
Villaggio Yuhu

I primi abitanti, nonché fondatori di questo villaggio, erano membri della famiglia Mu, la quale ha mantenuto il potere dalla seconda metà del XIII secolo (dinastia Yuan) fino ai primi anni del XX secolo (fine del periodo Qing). Tra il 1922 e il 1949, l’esploratore austro-americano Joseph Rock visse a Lijiang e rese nota la cultura locale all’Occidente attraverso le sue pubblicazioni. L’abitazione di Joseph Rock si trova al centro del villaggio ed è una vera e propria attrazione turistica.

Durante i suoi 27 anni di soggiorno a Lijiang, l’esploratore austro-americano visse quasi per l’intero periodo in questa casetta. Il Villaggio Yuhu divenne così la base delle sue spedizioni di ricerca botanica in tutta la Cina sud-occidentale. Rock, affiancato fedelmente da un team di assistenti Naxi che collaborarono con lui per più di dieci anni, riuscì a collezionare e catturare diverse specie di piante e uccelli (molte delle quali sconosciute all’Occidente in quell’epoca) che spediva regolarmente negli Stati Uniti.

Rock riuscì anche a raccogliere informazioni dall’immenso valore storico, etnografico e geografico, le quali divennero le fonti primarie delle sue numerose pubblicazioni.
Le spedizioni di Rock prevedevano delle lunghe carovane con lo spazio necessario per le provviste, le piante, un tavolo, una vasca da bagno portatile e un fonografo. Di solito una scorta armata era necessaria data la pericolosità di alcuni gruppi di banditi e tribù. Alcuni dei fucili usati durante queste spedizioni sono oggi esposte nel museo di Joseph Rock.

Residenza di Joseph Rock
Residenza di Joseph Rock

Oggi i turisti che decidono di visitare il Villaggio Yuhu hanno la possibilità non solo di entrare nell’abitazione di Joseph Rock, ma possono anche farsi un’idea sullo stile di vita di questa minoranza etnica – i Naxi - rispetto ai ritmi frenetici delle non lontane metropoli cinesi.L’abitazione di Joseph Rock dispone di due piani.Il primo offre una panoramica sulla cultura Naxi di quell’epoca grazie alle foto scattate dallo stesso Joseph Rock. Il secondo piano è lo stesso di sempre, come se il tempo si fosse fermato per sempre quando Rock lasciò l’abitazione: la disposizione del letto, della scrivania, della sedia, del tappeto, della libreria, della sveglia e della lampada sono rimaste invariate.

Il carattere bucolico del villaggio con le sue casette di pietra e legno regala al turista un’opportunità unica per immergersi in un mondo dove la pace e la semplicità del vivere il quotidiano regnano sovrane.

Villaggio Yuhu
Villaggio Yuhu

Gran parte delle casette Naxi del Villaggio Yuhu conservano le stesse caratteristiche di 1000 anni fa, come se il tempo si fosse fermato per sempre. Le fondamenta, le pareti e i soffitti sono fatti prettamente da strati di pietra blu e grigia, mentre le porte e le finestre sono in legno. Trovare dei pesci appesi alle finestre di queste abitazioni non è qualcosa di insolito per gli abitanti di questo villaggio.Secondo la tradizione locale dei cosiddetti “Cinque Elementi”, infatti, il pesce rappresenta l’acqua, l’unico elemento che può tenere lontano il fuoco dalle abitazioni.

A pochi metri dal villaggio si trova lo Jade Lake (in cinese 玉湖 , letteralmente il “Lago di Giada”), ovvero il lago da cui deriva il nome del villaggio. Si tratta di un lago artificiale - opera della famiglia Mu - che riflette i colori delle montagne e del cielo offrendo un colpo d’occhio eccezionale.

Attenzione:

Il Villaggio Yuhu è generalmente molto soleggiato. È quindi fortemente consigliato avere con sé un berretto e della crema solare per proteggere la tua pelle dai raggi ultravioletti.

Come arrivare al Villaggio Yuhu:

Il Villaggio Yuhu è facilmente raggiungibile in taxi o in autobus dalla città di Lijiang. La linea 17 è comodamente collegata alla Yuhu Village Square Station.

 

 Clima dei Monti Yulong

Inverno dei Monti Yulong
Inverno dei Monti Yulong

Quanto al clima, la temperatura media annua va dai 13°C ai 20°C. Nei mesi invernali, le alture dei Monti Yulong e dei Monti Haba schermano i venti gelidi provenienti dal Nord, facendo sì che non ci sia nessuna differenza notevole di temperatura tra primavera e inverno. I mesi primaverili e invernali sono quindi ideali per venire a visitare questo posto. Si consiglia invece di evitare la stagione piovosa (giugno-settembre), durante la quale le temperature possono scendere fino a 10°C a causa delle forti piogge.

Primavera: marzo e aprile sono indubbiamente i mesi migliori per venire a Yulong Xueshan, con temperature fino a 20°C. Nel mese di maggio le temperature salgono fino ai 25-26°C. Questo è il periodo in cui la flora offre i fiori più belli dell’anno. Si consiglia di avere con sé una felpa leggera per non soffrire lo sbalzo di temperatura.


Estate: il periodo che intercorre da giugno a settembre coincide con la stagione piovosa.

Monti Yulong in nuvole
Monti Yulong in nuvole


Autunno: Il clima secco e soleggiato di questa stagione è ottimale per fare delle escursioni, mentre solo il panorama dall’alto delle montagne è straordinario. Un cappottino può bastare per affrontare gli sbalzi termici.


Inverno: Con un clima mite (5-15 °C), fresco al mattino e freddo di notte, anche i mesi invernali sono adatti per venire qui. Il cielo chiaro e il clima secco sono ideali per una bella scalata.


*Attenzione alle grandi escursioni termiche che caratterizzano tutte le stagioni dell’anno.

Monti Yulong
Monti Yulong
Domande & Risposte
1 Domanda
Chiesto da luca italiano | 04/30/2021 14:09 Risposta
ho una domanda su questo sito.
che lo conosce?e' vale a pena a visitarlo?
0 Risposta
Altre domande e risposte
Fai una domanda

Articoli con * sono obbligatori

Can’t find what you’re looking for?
Facebook
Twitter
Pinterest
Mail
Richiesta
Condividi
Viaggio in Cina, la migliore guida e consigli di un esperto di viaggi