Festa delle Barche Drago

 

Introduzione della Festa delle Barche Drago

Festa delle barche drago
Festa delle Barche Drago

La Festa delle Barche Drago (端午节 duān wǔ jié) o più comunemente conosciuto come dragon boat festival in inglese, è una delle più importanti festività tradizionali cinesi. Come tutte le festività cinesi anche questa segue il calendario lunisolare, infatti la data del festival non è fissa ma varia di anno in anno sul calendario gregoriano. La Festa delle Barche Drago si verifica vicino al solstizio d’estate, si svolge il quinto giorno del quinto mese del calendario tradizionale cinese, da qui nasce uno dei suoi nomi alternati, “Festa del doppio cinque”. Il 30 ottobre 2009 è stato aggiunto all’elenco del patrimonio culturale immateriale dell'UNESCO.

La Festa delle Barche Drago è una festività tradizionale del popolo cinese da oltre 2000 anni. A causa della vasta area, dei molti gruppi etnici e delle molte storie e leggende, la festività ha diversi soprannomi, tra questi: Festa di Mezzogiorno, Festa Chongwu, Festa di Maggio, Festa Yulan, Festa della figlia, Festa del Poeta e così via. Sebbene i nomi siano diversi, in generale, le tradizioni delle persone sono molto simili.

Alcune attività superstiziose sono gradualmente scomparse, mentre altre, come le gare di dragon boat, hanno acquisito un nuovo sviluppo, superando il tempo e i confini geografici ed è diventato un evento sportivo internazionale.

 

Origini della Festa delle Barche Drago

La Festa delle Barche Drago ha una storia di oltre 2000 anni, la celebrazione è nata nel periodo delle Primavere e degli Autunni. Le leggende sull’origine della Festa delle Barche Drago sono molte, le principali storie più diffuse sono quattro: in memoria di Qu Yuan, in memoria di Wu Zixu, in memoria della figlia di Cao E e da una festa dell’etnia Yue. 
 

 La storia di Qu Yuan, un famoso poeta patriottico

Qu Yuan
Qu Yuan

La prima leggenda prende le sue fondamenta dalla "Biografia storica di Qu Yuan e Jia Sheng" di “Memorie di uno storico” (史记 Shǐjì di Sima Qian). Qu Yuan era un poeta e un ministro del re Huai dello stato di Chu durante il periodo delle Primavere e degli Autunni. Sosteneva l'addestramento dei virtuosi, delle nazioni ricche, dei soldati forti e della forte alleanza contro lo stato di Qin, che era fortemente contrastata dal nobile Zilan e da altri nobili. In esilio, scrisse poesie immortali come "Li Sao", "Domande del cielo" e "Nove canzoni" che riguardavano il Paese e il popolo.

Quando nel 278 a.C., l'esercito di Qin fece irruzione nel regno di Chu, a Qu Yuan gli si infranse il cuore a vedere la propria patria invasa. Il quinto giorno del quinto mese, dopo aver scritto uno dei suoi migliori capolavori "Waisha", Qu Yuan si suicidò nel fiume Miluo per la sua patria.


Si dice che dopo la morte di Qu Yuan, la gente dello stato di Chu fosse molto addolorata e si precipitò sul lato del fiume Miluo per cercare il poeta Qu Yuan. I pescatori remarono in lungo e in largo per cercare di recuperare il suo corpo nel fiume. Uno dei pescatori tirò fuori delle polpette di riso, uova e altro cibo preparato per Qu Yuan e li gettò nel fiume, dicendo che i pesci, le aragoste e i granchi, pieni del cibo che aveva buttato, non avrebbero morso il corpo del poeta Qu. La gente intorno seguì l'esempio, tra questi un vecchio medico portò un barattolo di vino realgar e lo versò nel fiume, dicendo che era necessario stordire il drago dell’acqua “Jiaolong” in modo che non ferisse Qu Yuan. 


Da qual giorno in poi, il quinto giorno del quinto mese di ogni anno, il poeta patriottico Qu Yuan venne commemorato attraverso gare di dragon boat, banchetti di polpette di riso e vino realgar.

 

 La storia di Wu Zixu

Wu Zixu
Wu Zixu

La seconda leggenda della Festa delle Barche Drago si è la più diffusa nel Jiangsu e nello Zhejiang. Si narra che la Festa delle Barche Drago abbia avuto origine per commemorare Wu Zixu, che come il poeta Qu Yuan aveva vissuto 2000 anni fa nello stato di Chu. Il padre di Wu Zixu era un tempo l’educatore reale, ma il re, ingannato da false notizie di un suo presunto complotto di ribellione ne ordinò la morte assieme a quella del figlio maggiore, il fratello di Zixu.

Pieno di risentimento, Zixu si trasferì nello Stato emergente di Wu, per aiutarli a conquistare lo Stato di Chu ed avere la sua vendetta. La sua assistenza fu fondamentale alla potenza e la ricchezza che raggiunse lo Stato di Wu, ma ancora una volta fu intrappolato dai nemici e fu poi costretto a suicidarsi il quinto giorno del quinto mese. Morì con dispiacere e angoscia. Wu Zixu era un uomo benvoluto dal popolo di Wu, per cui da allora ogni anno venivano organizzate una serie di attività per commemorare la sua tragica morte.

 

 La storia di Cao E, una figlia devota

Tempio dedicato al Cao E
Tempio dedicato al Cao E

La terza leggenda sull’origine della Festa delle Barche Drago fa riferimento al martirio di Cao E e la forza del suo affetto filiale verso il padre. Secondo la leggenda, Cao E era nata nello Zhejiang e visse durante la dinastia degli Han orientali. Un giorno, suo padre affogò nel fiume, ma il suo corpo non fu ritrovato per diversi giorni. A quel tempo, Cao E aveva solo 14 anni, ma era così legata a suo padre che credeva fosse suo dovere trovare il suo corpo per dargli un degno funerale. Camminò lungo la riva giorno e notte, cercando il padre e piangendo a dirotto. 

Diciassette giorni dopo, il quinto giorno del quinto mese anche lei si gettò nel fiume e miracolosamente riuscì a trovare il corpo del padre e a riportarlo a riva. Negli anni successivi, per commemorare la pietà filiale di Cao E, furono costruiti templi in suo onore, e ogni anno si celebra la sua devozione attraverso la Festa delle Barche Drago.

 

 La festa degli antenati della antica tribù Baiyue

Antenati della antica tribù Baiyue
Antenati della antica tribù Baiyue

Un gran numero di reliquie culturali e studi archeologici moderni hanno confermato che le vaste aree del medio e basso corso del fiume Yangtze erano popolate da tribù indigene durante il neolitico. Questa tribù era caratterizzata dall’utilizzo di ceramiche geometriche e totem di draghi, che fu identificata nella storia come tribù Baiyue. 

Gli ornamenti e le storie dipinte sulle ceramiche rinvenute mostravano che avevano l'abitudine di tagliarsi i capelli e vivevano in villaggi sull’acqua: come se fossero discendenti dai draghi. I Baiyue onoravano i loro antenati attraverso una festività simile alla Festa delle Barche Drago e si pensa che i Baiyue, integrandosi con l’etnia Han, abbiano diffuso su tutto il territorio questa festività. 

 

Usanze della tradizione della Festa delle Barche Drago

Tre delle attività più diffuse condotte durante la Festa delle Barche Drago sono mangiare (e preparare) zongzi, bere vino di realgar e gareggiare con le barche drago. La Festa delle Barche Drago una volta aveva molti usi e costumi interessanti che non sono più comunemente osservati, sebbene siano ancora praticati in alcune aree rurali.
 

 La regata delle barche drago

Le barche drago sono imbarcazioni che hanno la forma di un drago e sono dipinti con colori vivaci come il rosso, bianco, giallo e nero. Di solito, una barca drago è lunga dai 20 ai 40 metri e ha bisogno di diverse dozzine di persone per poterla far muovere.
 

Regata delle barche drago
Regata delle barche drago

I rematori remano la barca a ritmo con i tamburi, mentre il capitano in piedi a prua della barca sventola una piccola bandiera per aiutare a coordinare i movimenti. 

La regata delle barche drago ha una ricca storia di antiche tradizioni cerimoniali e rituali. Ogni anno, in questa data, migliaia lunghe barche colorate a forma di drago sfrecciano sui corsi d’acqua di tutta la Cina. Purtroppo, questa usanza sta diventando sempre meno praticata durante le festività. Anche se rimane tuttora molto popolare nelle regioni meridionali della Cina. 


Se da un lato la regata delle barche drago sta diventando meno popolare sul piano celebrativo e di commemorazione, è diventato sul piano sportivo e internazionale uno sport molto praticato. Questo sport è molto popolare negli Stati Uniti, in Canada, Europa, Australia, Taiwan, Honk Hong, Singapore e altri Paesi. La maggior parte degli eventi, infatti, si svolgono nei mesi di luglio, agosto o settembre e non si svolgono durante la Festa delle Barche Drago. 

 

 Preparare i Zongzi 

Zongzi
Zongzi

Una parte fondamentale della celebrazione della Festa delle Barche Drago è la preparazione e il consumo di zongzi con familiari e amici. Le persone tradizionalmente avvolgono lo zongzi in foglie di canna, loto o banano formando una forma piramidale. Le foglie conferiscono inoltre un aroma e un sapore speciale al riso e ai ripieni appiccicosi. Le scelte di farcitura variano a seconda delle regioni. Le regioni settentrionali della Cina preferiscono zongzi dolci, con pasta di fagioli, datteri e noci come ripieno. Le regioni meridionali della Cina preferiscono i zongzi salati, con una varietà di ripieni che possono essere pancetta di maiale marinata, salsiccia e uova di anatra salate.

Il motivo per cui i cinesi mangiano zongzi in questo giorno speciale è perché sono considerati un simbolo di fortuna, poiché la pronuncia di zong è molto simile alla pronuncia di zhōng (中). Questo carattere ha una connotazione molto positiva, in quanto usata in parole come 中奖 zhòng jiǎng, che significa “vincere un premio”.


Secondo i documenti, già nel periodo delle Primavere e degli Autunni, il miglio di riso (foglie bianche di Zizhao) avvolgeva il riso glutinoso a forma di corno. Il riso veniva sigillato e cotto in una canna di bambù e veniva chiamato "tubo di gnocchi". 


Durante la dinastia Jin, i zongzi furono ufficialmente designati come cibo della Festa delle Barche Drago. In questo momento, oltre al riso glutinoso, cominciano ad essere aggiunte anche altre materie prime agli gnocchi come prodotti della medicina tradizionale cinese. Gli gnocchi cotti vengono chiamati Yi Zhi Zong. Il riso è mescolato con carne di animale, castagne, datteri rossi, fagioli rossi e così via. Compaiono vari gnocchi di riso in questo periodo.


Bustine di incenso ed erbe profumate
Bustine di incenso ed erbe profumate

Durante la dinastia Tang, il riso usato per gli gnocchi di riso è diventato "bianco brillante come la giada" e la sua forma appare affusolata e rombica. Durante la dinastia Song, c'erano anche raffigurazioni di gnocchi ammucchiati in padiglioni e carretti di legno e cavalli, il che dimostrava che era molto di moda mangiare gnocchi durante la dinastia Song. Durante le dinastie Yuan e Ming, i materiali di avvolgimento degli gnocchi di riso sono cambiati da foglie di riso a foglie di canna e farciture aggiuntive come pasta di fagioli, maiale, pinoli, datteri, noci, ecc.

Fino ad oggi, ogni anno all'inizio di maggio, i cinesi immergono il riso glutinoso, le foglie di bambù e preparano gli gnocchi di riso di svariate tipologie e gusti. Dal punto di vista dei ripieni, nel nord vengono preparati prevalentemente pacchetti di gnocchi di riso alla giuggiola; a sud, ci sono vari ripieni come pasta di fagioli, carne fresca, carne marinata e tuorlo d'uovo. L'usanza di mangiare zongzi ha prevalso in Cina per migliaia di anni, ma lentamente si è diffusa anche nella Corea del Nord, in Giappone e nei paesi del sud-est asiatico.

 

 Indossare sacchetti di incenso

Vino realgar
Vino realgar

I bambini, durante la Festa delle Barche Drago, indossano bustine di incenso ed erbe profumate. Si dice che abbia il significato di evitare i parassiti e di tenere lontano gli spiriti maligni. Questa bustina colorata di solito contiene cinabro, realgar ed altre erbe profumate, che vengono avvolti in un panno di seta, quindi la bustina viene allacciata con fili di seta a cinque colori per creare una varietà di forme diverse e formare una corda.
 

 Bere il vino realgar

Il vino realgar o il vino Xionghuang è una bevanda alcolica cinese ottenuta da vino giallo cinese e il realgar in polvere, un minerale di solfuro di arsenico di colore giallo arancione (noto anche come "vino di riso"). In realtà, è spesso usato per allontanare le zanzare e altri insetti pungenti durante le estati calde e nella Cina antica come antidoto comune contro ogni veleno.
 

 Intrecciare il braccialetto di fili di seta di 5 colori

Artemisia e acorus affissi su porte
Artemisia e acorus affissi su porte

In alcune regioni della Cina, i genitori intrecciano un braccialetto di fili di seta di 5 colori e li mettono sui polsi dei loro bambini il giorno della Festa delle Barche Drago. Le persone credono che ciò contribuirà a tenere lontani gli spiriti cattivi e le malattie. 
 

 Appendere l’artemisia e l’acorus su porte e finestre

Durante la Festa delle Barche Drago le persone spesso mettono foglie di acorus e artemisia sulle loro porte e finestre per respingere insetti, mosche, pulci e falene dalla casa. I suoi steli e foglie contengono olio aromatico volatile. Il particolare aroma prodotto da essi può respingere zanzare, insetti e formiche e purificare l'aria. Nella medicina tradizionale cinese, queste piante erano usate per trattare il qi e il sangue, riscaldare l'utero ed eliminare il freddo e l'umidità. Ma non solo, spesso venivano anche usate come ornamento, le donne li utilizzavano per realizzare ghirlande brillanti e sempreverdi da indossare.
 

 Mangiare cibo correlato al numero 5

La Festa delle Barche Drago è chiamata in cinese duān wǔ jié, e la parola “Wu” in cinese ha una pronuncia simile al numero 5 (wǔ), e quindi molte regioni hanno tradizioni di consumare cibo che è correlato al numero 5. Ad esempio, nel Guangdong e ad Hong Kong alcune province hanno la tradizione di realizzare e mangiare un congee fatto con 5 fagioli diversi.

 

Domande & Risposte
0 Domanda
Domanda vuota
Altre domande e risposte
Fai una domanda

Articoli con * sono obbligatori

Can’t find what you’re looking for?
Twitter
Facebook
Pinterest
Mail
Richiesta
Condividi
Viaggio in Cina, la migliore guida e consigli di un esperto di viaggi